Tu sei qui

2017 in flessione per il reparto F&V in GDO
26/02/2018
-
news

Un 2017 tra luci ed ombre per il reparto ortofrutta della Gdo, con i prodotti servizio che smorzano la perdita a volume della verdura e che portano in pareggio i consumi, a fronte di una spesa complessiva in aumento.

Questa la sintesi dei risultati della prima analisi compiuta dal Monitor Ortofrutta in collaborazione con IRI, leader mondiale nelle informazioni di mercato per il Largo Consumo, il Retail e lo Shopper, da cui emerge come il reparto cresca di 5 punti a valore, mentre i volumi sono praticamente in stallo.

Non si deve più parlare solo di frutta e di verdura poiché ormai nel percepito del cliente del supermercato sono chiari tre macro aggregati di prodotto all'interno del reparto ortofrutta, ai quali corrispondono altrettanti macro bisogni da soddisfare: frutta fresca, verdura fresca e prodotti servizio. Ognuno con caratteristiche comuni - principalmente il bisogno di vegetali freschi - ma anche con elementi di differenziazione, principalmente legati alla funzione d'uso. Questa distinzione vissuta dal cliente tra frutta, verdura e servizio è tale che in Francia, ad esempio, la IV Gamma è spesso gestita in uno scaffale a metà tra il reparto ortofrutta e il murale del fresco. Questo è il motivo per cui, in tutte le analisi che proporremo nella rubrica «Ortofrutta in cifre», in collaborazione con IRI, saranno identificate ed analizzate in modo indipendente le tre macro categorie.

Entrando nel dettaglio dei numeri, come accennato in precedenza, nel 2017 il reparto è cresciuto di 5 punti a valore, con i volumi praticamente in stallo.

L'analisi di dettaglio per le macro categorie frutta e verdura, che incidono per il 90% degli acquisti, rileva un aumento di 5 punti a valore per la frutta e di 7 per la verdura. I volumi crescono di 1 punto nella frutta, ma flettono di 1 punto nella verdura. I prodotti servizio (che incidono per il 10% delle vendite), però, danno una piccola spinta ai volumi poiché crescono di 4 punti, con un +5% a valore. In sostanza, senza il +4% per i consumi di IV-V Gamma, i volumi nel reparto ortofrutta della Gdo sarebbero andati in perdita.