Tu sei qui

Imballaggi in cartone ondulato: la vera soluzione per un'economia sostenibile
01/06/2018
-
news

Angelika Christ, segretario generale di Fefco, con un intervento sul portale Politico.eu fa una riflessione sull’emergenza plastica nei mari e sulla nuova Strategia europea per la gestione delle materie plastiche in un’economia circolare. Adottato a gennaio 2018, questo provvedimento prevede che "entro il 2030 tutti gli imballaggi di plastica immessi sul mercato UE debbano essere riutilizzati o riciclati in modo economicamente efficace". 

 

“Il cartone ondulato – sottolinea Angelika Christ - è al100% naturale, riciclabile e l’alternativa  biodegradabile ai materiali derivanti dal petrolio. Un imballaggio in cartone ondulato è prodotto da sostanze naturali: fogli e onde di carta tenuti insieme da colla di grano o di mais. Ciò significa che, se un imballaggio finisce accidentalmente nell’oceano, il suo processo di biodegradabilità si completa entro due mesi”.

 

La plastica, invece? "Le materie plastiche monouso impiegano cinque secondi per essere prodotte, cinque minuti per essere utilizzate e 500 anni per essere smaltite”, commenta Frans Timmermans, primo vice presidente della Commissione europea.

 

Ma i vantaggi ambientali del cartone ondulato non finiscono qui. “Gli imballaggi in cartone ondulato sono riciclabili al 100% e le fibre possono essere riutilizzate fino a 25 volte.  – continua il segretario generale di Fefco – La nostra filiera utilizza per l'88% materiale riciclato per produrre imballaggi in cartone, mentre la fibra vergine proviene da foreste gestite in modo sostenibile. Nel 2016 l’81,9% di tutto il materiale cartaceo utilizzato in Europa è stato riciclato, l’obiettivo è di arrivare a quota 85% entro il 2030”.

 

Non da ultimi, ci sono i benefici derivanti dalla riduzione degli sprechi alimentari. “Il cartone ondulato garantisce naturalmente che frutta e verdura rimangano fresche più a lungo. – sottolinea  Angelika Christ citando le innovazioni messe a punto da Bestack - Uno studio del 2016 dell'Università di Bologna ha dimostrato che il cartone ondulato mantiene la frutta fresca fino a tre giorni in più, riducendo la contaminazione microbiologica”.

 

Non da ultimo, sottolinea Angelika Christ, il cartone ondulato è versatile, è ergonomico, è un materiale di design, consente la massima valorizzazione del prodotto e del brand, grazie alla possibilità di stampare la confezione e personalizzarla a piacimento, è un packaging innovativo e competitivo.  

 

“Se l’Europa adotterà una strategia di consumo - conclude - che pone al centro gli imballaggi in cartone ondulato, veri veicoli di un’economia circolare, allora potremo tutti costruire davvero quell’economia sostenibile che sarà la nostra salvezza per il futuro”.