Tu sei qui

A luglio aumentano i consumi italiani di frutta e verdura
24/09/2018
-
news

Dopo un 2017 positivo, con i consumi ortofrutticoli ripartiti dopo due anni di difficoltà, l’inizio del 2018 ha fatto registrare performance simili a quelle dell’anno precedente e i dati fino a luglio, dopo le buone performance di giugno, fanno segnare un ulteriore leggero calo. Nei primi 7 mesi del 2018 i consumi di frutta e verdura sono stati leggermente superiori a 5 milioni di tonnellate, con un aumento del 2% rispetto al 2017. A trainare le performance dei consumi per questi mesi sono gli orticoli che a volume crescono del 4% mentre i consumi di prodotti frutticoli sono in aumento del +1%.

Invariato il prezzo medio dei prodotti frutticoli mentre quello degli orticoli cresce di un punto percentuale.

L’analisi per singola specie vede ottimi risultati per le nettarine e le ciliege che grazie ad un anticipo di stagione crescono rispettivamente del +6% e del + 9%. Bene anche limoni +13%, susine, +9%, e fragole +9%. Calano invece i consumi di mele -2%, pesche -2% e meloni -2%.

Per quel che riguarda gli ortaggi gli aumenti dei consumi sono riscontrati per patate +8%, asparagi +8%, pomodori +2% e insalate +8%. In flessione i consumi di zucchine -6%, peperoni -5% e melanzane -4%.

Il prezzo medio dei prodotti ortofrutticoli è altalenante ma si riscontra un leggero aumento. Su tale aspetto va però ricordato l’aumento dei prezzi nel 2017 che ha visto il progressivo abbandono delle politiche di prezzo a favore di una maggiore qualità e un maggiore servizio che ha portato lo scorso anno ad un livello dei prezzi più alto delle medie degli ultimi 10 anni.